L’Isola Tiberina e la chiesa di San Bartolomeo

Narra la leggenda che l’Isola Tiberina nacque dalla accumulo di fango sulle messi di Tarquinio il Superbo che i Romani gettarono nel Tevere quando cacciarono l’ultimo dei loro re dalla città. In realtà si trattava di un piccolo guado naturale, collegato alla città attraverso due ponti, il Fabricio e il Cestio.

Nel III secolo a. C. l’isola viene dedicata al dio della medicina Esculapio, il cui serpente, portato a Roma per debellare la peste del 293, sembra saltò giù dalla nave e scomparve proprio sul luogo dove poi fu costruito il tempio. In onore di questo episodio il perimetro esterno dell’isola venne sistemato con una costruzione in travertino con la forma di una nave da guerra. Anche dopo la fine del culto del dio Esculapio, il Genius loci rimase quello di essere un luogo di cure, conservando questa forte identità fino ai nostri giorni, non solo per l’attività dell'ospedale Fatebenifratelli, ma anche per la presenza della chiesa di San Bartolomeo. Voluta da Ottone III (980-1002), essa fu inizialmente dedicata al vescovo polacco Adalberto, amico e consigliere dell'imperatore; in un secondo momento la Curia e il popolo romano la vollero dedicare a un santo più vicino alla tradizione romana e in particolar modo alla tradizione dell'Isola, scegliendo san Bartolomeo, allora considerato un guaritore. Inoltre all'interno della chiesa è tuttora conservato un raffinatissimo pozzo di marmo bianco dal quale si credeva sgorgassero acque curative.

I visitatori saranno guidati alla scoperta della chiesa e in seguito

passeggeremo insieme alla ricerca dei resti della “nave di Esculapio”.

Appuntamento in Piazza di San Bartolomeo all’Isola, 22

sabato 23 giugno alle ore 10.00

Costo della visita: 6 euro

Per informazioni e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

oppure 392 1109871 (lun-ven 9:00-13:00 / 15:00-18:00)

Informazioni utili

Data: Sabato, 23 Giugno 2012
Orario: 10:00
IndirizzoPiazza di San Bartolomeo all’Isola 22, Roma
Tesseramento: (2012) 1,00 euro
Contributo visita: 6,00 euro
Letto 488 volte Ultima modifica il Lunedì, 22 Febbraio 2016 18:54
Associazione culturale Artesìa
Sede Legale:Via Ferdinando Maria Poggioli 35 - 00139 Roma
Codice Fiscale:97692740588
Telefono:+39 392.1109871
Social